Introduzione dell’obbligatorietà di insegnamento dell’inno nazionale svizzero (salmo svizzero) nelle scuole

Il Gran Consiglio argoviese ha approvato nella seduta di martedì 6 maggio 2008 un postulato democentrista volto a inserire nella legge scolastica cantonale l’obbligatorietà dell’insegnamento a livello di scuole elementari dell’inno nazionale svizzero (salmo svizzero) durante le lezioni di musica.

La legislazione del nostro Cantone contempla, al Capitolo 6 della legge sulla scuola, un articolo, per la precisione il 23a “Istruzione civica e educazione alla cittadinanza”, del seguente tenore:

  1. Nelle scuole medie, medie superiori e professionali devono essere assicurati l’insegnamento della civica e l’educazione alla cittadinanza.
  2. I programmi, le modalità d’insegnamento e la relative valutazioni sono stabiliti dai regolamenti che disciplinano i singoli ordini di scuola.
  3. Il principio della neutralità dell’insegnamento deve essere garantito.

La scelta adottata dal Canton Argovia, scelta che peraltro condividiamo, è motivata essenzialmente da tre tipi di considerazioni. Da un lato si riscontra, a malincuore, che pochissimi cittadini conoscono l’inno della nostra Nazione, dall’altro si ritiene, a giusta ragione, che il “Quando bionda aurora” rappresenti un elemento di coesione nazionale. Infine, a nostro modo di vedere, l’inno di una nazione è elemento di orgoglio e tradizione da valorizzare.

Con la presente mozione, il Gruppo UDC del Canton Ticino, chiede pertanto al Consiglio di Stato di introdurre l’obbligatorietà dell’insegnamento dell’inno nazionale svizzero (salmo svizzero) nei regolamenti che disciplinano la nostra scuola, in ossequio a quanto previsto ma non esplicitato nell’art. 23a della legge sulla scuola del Canton Ticino.

Per il Gruppo UDC:
Marco Chiesa
Pierre Rusconi