Iniziativa parlamentare presentata nella forma generica dal Gruppo UDC per la modifica della Legge tributaria, e/o delle conseguenti ordinanze e/o regolamenti e/o decreti esecutivi, volta all’adeguamento delle spese di trasporto deducibili dall’imposizione, al rincaro esponenziale dei carburanti e dei costi delle vetture

Motivazione

L’ultimo adeguamento dei costi di trasporto deducibili dalla dichiarazione d’imposta per le persone fisiche – da 60 a 65 cts/km per le vetture, 40 cts/km per le motociclette – è stato effettuato, salvo errore, nel 2001 quando il costo medio della benzina verde era di fr. 1.35/litro (Fonte UFST). Tenuto conto che il prezzo della benzina attuale si sta avvicinando ai fr. 2.-/litro, l’aumento registrato in 7 anni sarà ben presto del 50%, cui si deve aggiungere un aumento medio dei prezzi delle vettura pari a circa il 15%. È quindi evidente che le cifre menzionate nell’art. 4 cpv. 2 del Decreto esecutivo concernente l’imposizione delle persone fisiche del dicembre 2007 non sono più adeguate alla situazione odierna.

Proposta

Per questo motivo si chiede di adeguare – con un nuovo decreto esecutivo che modifichi l’articolo 4 cpv. 2 del precedente decreto esecutivo concernente l’imposizione delle persone fisiche del dicembre 2007 e con l’intervento su eventuali altri regolamenti – l’importo deducibile dalla dichiarazione d’imposta, per il trasporto del lavoratore dipendente sul posto di lavoro, in misura proporzionale all’aumento registrato dal 2001 al 2008 sia del prezzo medio del carburante, sia di quello medio d’acquisto delle vetture. A titolo indicativo, ma disposti a considerare qualsiasi proposta, riterremmo equo un aumento fra il 40 e il 50% dell’attuale tariffa (65 cts/km per le vetture, 40 cts/km per le motociclette).

Per il Gruppo UDC:
Gabriele Pinoja
Chiesa – Rusconi