Missione, funzione e operatività della Scuola cantonale di Polizia

Negli ultimi anni la nostra polizia si è vista sempre più sollecitata e, di conseguenza, si è vista aumentare in modo importante il suo ruolo, i suoi compiti e responsabilità con – necessariamente – la consapevolezza e l’urgenza di una sempre maggiore professionalità richiesta nei suoi interventi. Interventi cresciuti in numero e in complessità.

La Scuola cantonale di Polizia (SCP) pubblica a scadenza regolare le modalità di iscrizione agli esami selettivi a cui è subordinato l’accesso alla scuola. Questa prepara all’esame professionale per agente di polizia e all’ottenimento dei brevetti per il porto e l’uso dell’arma e di altri mezzi di difesa.

Le nuove responsabilità e i delicati incarichi che sono chiamati ad assumersi gli agenti di polizia nella nostra società sono pertanto sempre più gravosi, importanti e complessi.

Con il presente atto parlamentare si chiede pertanto al Consiglio di Stato di voler rispondere alle seguenti domande.

  1. La SCP svolge le sue attività formative in modo continuativo? Essa forma tutti gli anni nuovi agenti in modo da poter garantire continuità e operatività all’organico in forza per esigenze ordinarie e straordinarie della nostra polizia?
  2. La formazione impartita tiene in debita considerazione le nostre specifiche esigenze territoriali e sociali, nonché la complessità delle nuove realtà cantonali? In che modo?
  3. La SCP si occupa anche della formazione di altri professionisti nel campo della sorveglianza e/o della sicurezza?
    In caso di risposta negativa: perché non lo fa?
    In caso di risposta positiva: in che modo lo fa?
  4. A quanto ammontano i costi complessivi annuali della nostra SCP?
  5. Chi sono i formatori della nostra SCP?

Per il Gruppo UDC
Orlando Del Don