Il fumoso debito greco

Alla mia richiesta posta in Consiglio Nazionale riguardo l’ammontare del credito vantato nei confronti della Grecia il Consiglio Federale ha risposto in modo piuttosto vago, lasciando adito a possibili speculazioni. Di certo c’è solamente il credito di 19 miliardi di Euro che la Grecia ha presso il Fondo Monetario Internazionale, di questa somma la Svizzera è partecipe in misura del 2%, equivalente pertanto a 380 milioni di Euro.

La quota di partecipazione attraverso la Banca Mondiale non è definita nella risposta evasiva del Governo Federale.

Per i crediti stanziati dalla Banca Europea previsti nel periodo dal 2015 al 2020 non è menzionato se vi sarà una quota parte svizzera.

Inoltre, stessa nebulosa risposta per ciò che concerne il coinvolgimento diretto della Banca Nazionale Svizzera.

Da tutto ciò emerge una mancanza di volontà nel evidenziare lo stato del coinvolgimento del nostro paese nella catastrofica situazione finanziaria del paese ellenico.

Trattandosi di denaro pubblico non vi è che da deprecare l’atteggiamento schivo e refrattario del nostro Consiglio Federale al quanto deludente per ciò che concerne la trasparenze dovuta ad un ente pubblico!

Pierre Rusconi, Consigliere Nazionale e candidato UDC