Articolo

Lupo e predazioni – Chiesa e Marchesi: rivediamo la legge sulla Caccia!

 Revisione della Legge sulla caccia affinché il lupo non continui ad essere l’incubo degli allevatori di montagna.

Proposta:

Il Consiglio federale è incaricato di elaborare una modifica della Legge federale sulla caccia e la protezione dei mammiferi e degli uccelli selvatici (Legge sulla caccia, LCP) affinché venga:

  1. Ridotta la protezione del lupo;
  2. Attribuire ai Cantoni maggiore autonomia nella gestione del fenomeno;
  3. Permettere ai Cantoni di ordinare con più facilità e immediatezza l’abbattimento di esemplari che potenzialmente possono mettere a rischio le attività di allevamento.

Motivazione:

Il ritorno del lupo in Svizzera è in palese contrasto con le attività degli allevatori di montagna. In molti Cantoni alpini il lupo ha colpito greggi di animali da reddito – in particolare capre e pecore – fonte di sostentamento per molti allevatori delle zone periferiche, soprattutto perché le misure di protezione sono spesso inattuabili e creano inoltre difficoltà con i vari fruitori della montagna. Il lupo è però diventato una minaccia anche per gli allevatori di bestiame grosso, come ad esempio le mucche. Basandosi sulla legge attuale la Confederazione si è limitata a concedere ai Cantoni che hanno fatto richiesta, l’autorizzazione all’abbattimento degli esemplari più dannosi, ma solamente dopo che hanno dimostrato che il singolo lupo ha predato in abbondanza.

La principale risposta fornita agli allevatori di montagna sono stati gli indennizzi economici, quando in realtà, essi coprono solo in parte il danno subito. Non rifondono ovviamente il danno morale e non scongiurano la messa a rischio delle attività stesse.

L’obiettivo della proposta non è certamente quello di sdoganare l’abbattimento indiscriminato del lupo, propone semmai un ammorbidimento della legge applicata dal Consiglio federale e dagli Uffici competenti, affinché si possa fornire una risposta a chi vive – o forse sarebbe meglio dire sopravvive – grazie all’allevamento in zone periferiche, che già per loro natura operano in territori impervi e pieni di difficoltà, che non necessitano di ulteriori complicazioni legislative.

Condividi articolo
Categorie
#atti parlamentari - camere federali
Altro su questo tema
Comunicato stampa
Condividi articolo
09.08.2020
Continua
Contatto
UDC Ticino
Via Ceresio 40
6963 Pregassona
+41 91 930 81 38
Social media
Visitateci su:

Condividi questa pagina

Utilizziamo cookies per personalizzare contenuti e comunicazioni, per poter offrire funzioni per media sociali e per analizzare gli accessi al nostro portale. Inoltre, trasmettiamo informazioni per l'utilizzo della nostra pagina web ai nostri partner per media sociali, pubblicità e analisi. Vedere i dettagli
Sono d'accordo