Comunicato stampa

Diamo la possibilità di mangiare sulle terrazze degli impianti da sci

Domenica 7 febbraio i Cantoni di Nidwaldo e Obwaldo hanno concesso di poter consumare il pranzo al sacco o il “take away” sul posto, nelle postazioni sciistiche laddove esiste una terrazza.

Terrazza ovviamente all’aria aperta e con le distanze tra tavoli, tutto secondo le normative attuali per prevenire i contagi da covid19 o sue varianti.

Il tutto scrupolosamente sotto l’occhio vigile dei ristoratori o degli addetti agli impianti. Questa prassi comunque già in vigore da settimane nel Cantone dei Grigioni.

Nelle nostre poche località sciistiche ticinesi la situazione si presenta alquanto differente. In effetti questa possibilità non è accordata e comunque spetta al Governo decidere se e come permetterle.

Dopo tutto non sembrano violare le disposizioni federali, visto che in diversi cantoni le applicano e tantomeno mettono in pericolo i frequentatori degli impianti invernali.

La sopravvivenza di questi impianti negli anni è sempre passata anche da fondi monetari cantonali e dalla rete turistica ticinese. Nessuno chiede ovviamente di favorirli rispetto ad altre economie che soffrono tanto loro e che si ritrovano in pieno lockdown.

In questo caso vale il buonsenso di poter consumare un pranzo su una terrazza a norma Covid19 (numero posti e tavoli) e non sotto uno scantinato o in mezzo alla neve o vicino ai servizi igienici di un ristorante chiuso.

Alla luce di quanto, chiediamo semplicemente al Consiglio di Stato:

– Il Consiglio di Stato, sulla scorta delle decisioni prese nei Cantoni Nidwaldo, Obwaldo e Grigioni, non intende anch’esso allentare le normative anti-Covid e permettere così ai fruitori degli impianti di risalita di poter pranzare (take away o pranzo al sacco) nelle terrazze esterne dei ristoranti?

– Se sì, quando e con quali modalità intende introdurre tale permesso come già avvenuto con successo nei Cantoni sopra citati? 

– In caso di risposta negativa, quali sarebbero le motivazioni per non procedere in tal senso?

 

Ringraziandovi per la risposta,

cordialmente vi salutiamo.

Tiziano Galeazzi (primo firmatario)

Lara Filippini, Sergio Morisoli, Paolo Pamini e Daniele Pinoja

Condividi articolo
Altro su questo tema
Comunicato stampa
Condividi articolo
09.08.2020
Continua
Contatto
UDC Ticino
Via Ceresio 40
6963 Pregassona
+41 930 81 38
Social media
Visitateci su:

Condividi questa pagina

Utilizziamo cookies per personalizzare contenuti e comunicazioni, per poter offrire funzioni per media sociali e per analizzare gli accessi al nostro portale. Inoltre, trasmettiamo informazioni per l'utilizzo della nostra pagina web ai nostri partner per media sociali, pubblicità e analisi. Vedere i dettagli
Sono d'accordo